Sfrontato ed irriverente, il look grunge risale direttamente agli anni '90, periodo in cui a Seattle iniziano a formarsi le celebri band "arrabbiate" - una su tutte i Nirvana col loro Kurt Cobain.

I tratti comuni di questo trend erano facilmente riconoscibili e rispecchiavano il disagio malinconico attraverso canzoni divenute iconiche ed un'attitudine alla trasandatezza, diventata fenomeno di stile globale.

Ora il grunge è tornato, ed è stato uno dei main trend delle passerelle moda uomo di questa stagione FW 17/18. Rielaborato attraverso quasi tre decadi, è uno stile ormai così cool, che è stato addirittura declinato in alcuni sottogeneri: il grunge-indie, il glam-grunge ed il neogrunge. Il punto cardine degli outfit? Pullover rigati e bucati, jeans maltrattati, camice e giacche maxi check, t-shirt over e destroyed, le immancabili All Star e molti accessori, in particolare gioielli importanti - soprattutto anelli, come quelli delle collezioni Man Code - ma anche cinture borchiate, maxi sciarpe e cappelli di lana...perfetti per completare il look da artista tormentato!